Home 1990 The Fantastic Four (1994) il film mai distribuito

The Fantastic Four (1994) il film mai distribuito

The Fantastic Four (1994) il film mai distribuito

The Fantastic Four è un cinecomic indipendente del 1994, che non fu mai distribuito, basato sugli omonimi supereroi della Marvel Comics. Prodotto a basso budget da Roger Corman e Bernd Eichinger, è stato realizzato per consentire a Eichinger di mantenere i diritti del film sui Fantastici Quattro. Non è stato rilasciato ufficialmente, sebbene le copie piratate siano circolate dal 31 maggio 1994. È il primo film realizzato basato sui Fantastici Quattro, racconta le loro origine e la loro prima battaglia contro il Dottor Destino.

Interpretati e personaggi principali:

  • Alex Hyde-White: Reed Richards / Mister Fantastic
  • Jay Underwood: Johnny Storm / Torcia Umana
  • Rebecca Staab: Susan Storm / Donna Invisibile
  • Michael Bailey Smith: Ben Grimm
  • Joseph Culp: Victor Von Doom / Dottor Destino

Nel 1983, il produttore tedesco Bernd Eichinger incontrò Stan Lee della Marvel Comics, per cercare di ottenere i diritti per la realizzazione di un film basato sui Fantastici Quattro. Tre anni dopo, la società di produzione di Eichinger, Constantin Film, l’ha ottennne per un prezzo stimato in 250 000 dollari. Nonostante un certo interesse da parte della Warner Bros. Pictures e della Columbia Pictures, problemi di budget hanno precluso qualsiasi produzione e, con l’opzione che sarebbe scaduta il 31 dicembre 1992, Constantin chiese alla Marvel un’estensione. Con nessuna imminente uscita, Eichinger pianificò di mantenere la sua opzione producendo comunque un film a basso budget. Nel settembre 1992 iniziò a collaborare con lo specialista di B-movie Roger Corman, che accettò di produrre il film con un budget di solo 1 milione di dollari, per essere distribuito dalla sua società di distribuzione New Horizons Pictures. Con gli storyboard disegnati dall’artista Pete Von Sholly, le riprese iniziarono il 28 dicembre 1992, sotto la direzione del regista di video musicali Oley Sassone, e durarono circa 25 giorni. Il film è stato girato negli studi della Concorde Pictures a Venice e ad Agoura, in California, nel campus della Loyola Marymount University e nell’edificio dell’ex Borsa del Pacifico, nel centro di Los Angeles.

I costumi sono stati realizzati da Réve Richards e Paul Ahern è stato assunto come consulente per le armi. Gli effetti speciali al computer sono stati realizzati da Scott Billups, mentre il trucco da John Vulich e Everett Burrell della Optic Nerve. Durante i mesi della post-produzione, i compositori della colonna sonora David e Eric Wurst hanno contribuito personalmente con 6 000 dollari per finanziare un’orchestra di 48 elementi.

In un articolo del 1993 fu annunciata una data di uscita provvisoria per il settembre 1993. Durante quell’estate vennero mostrati i trailer nelle sale cinematografiche e nelle VHS dei film di Corman, Carnosaur – La distruzione e La piccola milionaria. I membri del cast assunsero a proprie spese un addetto stampa, per aiutare la promozione del film, organizzando una proiezione di una clip allo Shrine Auditorium di Los Angeles e al San Diego Comic-Con International, inoltre il film apparve sulla copertina della rivista Film Threat. La prima proiezione mondiale fu annunciata al Mall of America a Bloomington, Minnesota, il 19 gennaio 1994, con gli incassi destinati agli enti di beneficenza Ronald McDonald House e Children’s Miracle Network.

All’improvviso, l’anteprima venne annullata, gli attori ricevettero l’ordine dai produttori di cessare tutte le attività promozionali, confiscando i negativi. A quel punto Eichinger informò il regista Sassone che il film non sarebbe uscito. Emersero voci sul fatto che il film entrò in produzione esclusivamente come un modo per Eichinger di mantenere i diritti dei personaggi. Nel 2005 Stan Lee dichiarò che era davvero così, ribadendo: “Quel film non avrebbe mai dovuto essere mostrato a nessuno” e aggiungendo che il cast e la troupe erano stati lasciati all’oscuro dei piani. Corman e Eichinger respinsero le affermazioni di Lee; Corman affermò: “Avevamo un contratto per rilasciarlo e dovevo essere rescisso da quel contratto.” Eichinger definì la versione dei fatti di Lee: “decisamente non vera. Non era nostra intenzione fare un film di serie B, questo è certo, ma quando il film ormai era fatto, volevamo pubblicarlo”.

Corman venderà la pellicola, comunque con profitto a Eichinger (grazie a una clausola contrattuale, che permetteva l’acquisto da parte del produttore tedesco della stessa, fino a 90 giorni dal termine della produzione), il quale, come si scoprirà solo nel 2003 l’avrebbe poi subito ceduta per alcuni milioni di dollari ad Avi Arad, da pochi mesi tra gli amministratori della Marvel Entertainment. Secondo Eichinger, Arad aveva intenzione di distruggere la copia del film, probabilmente temendo che una produzione a basso costo su un brand così importante avrebbe potuto affossare tutti i futuri progetti cinematografici basati sulle proprietà della casa editrice. La volontà di rimandare la realizzazione del film definitivo sui Fantastici Quattro, fu anche  probabilmente influenzata dalla massiccia quantità di effetti speciali di cui il film necessitava e dalla consapevolezza che gli effetti digitali dell’industria cinematografica erano in quegli anni in una fase di rapida evoluzione.

Eichinger ha continuato le trattative per produrre un adattamento ad alto budget, parlando con varo registi tra cui Chris Columbus, Peyton Reed e Peter Segal. Finalmente Eichinger e la sua compagnia hanno iniziato la produzione del film Fantastic Four (2005) nel 2004 , con un budget di 90 milioni di dollari. Dopo il successo del film del 2005, Eichinger e Constantin hanno prodotto un sequel da 130 milioni di dollari, Fantastic Four: Rise of the Silver Surfer (2007). Mentre il reboot del 2015 fu stroncato dalla critica. Nel 2015 è stato realizzato un documentario intitolato Doomed!: The Untold Story of The Fantastic Four, che racconta la vicenda, con la partecipazione di Roger Corman, i membri del cast e della troupe.