Home News Nasceva oggi Roberto Raviola, in arte Magnus

Nasceva oggi Roberto Raviola, in arte Magnus

Roberto Raviola in arte Magnus

Ricorre oggi l’anniversario della nascita di Roberto Raviola, in arte Magnus, fumettista e autore che ha scritto la storia della narrazione per immagini italiana. Specialmente con la sua opera dalla diffusione più popolare, Alan Ford, Magnus entrò praticamente in ogni casa italiana con i suoi disegni.

Nato il 31 maggio del 1939 a Bologna, laureato all’Accademia di Belle Arti, Magnus si appassiona al fumetto come mezzo espressivo e nel 1964 comincia la sua storica collaborazione con Luciano Secchi (Max Bunker) e la casa editrice milanese Editoriale Corno. Il duo Magnus & Bunker dà vita a diverse opere fumettistiche famosissime dal gusto spiccatamente noir ed efferato: Kriminal, Satanik, Gesebel, Dennis Cobb – Agente SS018 e Maxmagnus . Nel 1967 nasce il leggendario Alan Ford, il quale numero uno esce nel 1969. Magnus disegnerà il noto serial a fumetti fino al 1975, anno della rottura dello storico sodalizio tra i due autori.

Conclusa l’esperienza delle Edizioni Corno, Magnus inizia la collaborazione con la Edifumetto di Renzo Barbieri. In questo periodo possiamo apprezzare la vera maturità artistica di Raviola. Egli che oltre a realizzare tavole a fumetti mozzafiato con la sua personalissima tecnica dai bianchi e neri netti, dà vita a Lo Sconosciuto, forse considerato la sua opera migliore.

Sudio per Lo Sconosciuto Roberto Raviola - Magnus
Studi di personaggi per il quarto volume de Lo Sconosciuto – Magnus

Negli anni 80 Magnus rivoluziona il genere dei fumetti erotici. Dà infatti vita ad una varietà di opere di altissima qualità artistica dal taglio nettamente adulto (Le 110 Pillole, Necron) e crea una personalissima armata Brancaleone con La Compagnia Della Forca.

Magnus ci ha lasciati prematuramente il 5 febbraio 1996, dopo aver lavorato ad un albo gigante di Tex per la Sergio Bonelli Editore. Si tratta di un lavoro che, seppur malato, Magnus volle assolutamente portare a conclusione. Oggi il suo “texone” rappresenta una vera pietra miliare del fumetto italiano.
Noi vogliamo ricordarlo con una tavola della sua opera di genere fantascientifico dalle chiare ispirazioni orientali: Milady nel 3000.

Milady nel 3000 - Roberto Raviola in arte Magnus