Home 1980 Explorers (1985) di Joe Dante

Explorers (1985) di Joe Dante

Nel 1985, Joe Dante è forte dell’inatteso successo di Gremlins: viene chiamato a dirigere Explorers, un film di fantascienza indirizzato ad un pubblico giovane.

Ben è un ragazzino qualunque, appassionato di vecchi film di fantascienza: i suoi sogni sono caratterizzati da visioni di particolari schemi rappresentanti circuiti elettronici, che disegna pazientemente al risveglio. Con l’aiuto degli amici Wolfgang e Darren, scopre che gli schemi raffigurano il progetto per costruire un chip atto a creare una bolla che consente viaggi a distanze inimmaginabili: sarà l’inizio di una straordinaria avventura che condurrà i tre ragazzi ad incontrare bizzarri rappresentanti di civiltà extraterrestri.

Rob Bottin

Gli effetti speciali sono affidati ai maghi della ILM e al leggendario artista Rob Bottin: la colonna sonora è composta dall’inesauribile Jerry Goldsmith, che aveva in precedenza musicato Gremlins.
Le forti pressioni su Joe Dante per anticipare l’uscita di Explorers si riveleranno fatali per il film stesso: la pellicola si rivela un flop al botteghino.

La stima nutrita nei confronti di Dante dal pubblico e un intelligente citazionismo, rivolto ai grandi classici del genere, trasformeranno Explorers in un piccolo cult movie: tuttavia, il regista ribadirà più volte che il prodotto finale non assomiglia a ciò che era l’idea iniziale.
Il film vede l’esordio di Ethan Hawke e di River Phoenix, bello e dannato per antonomasia che morirà giovanissimo, otto anni più tardi.
Amato da un’intera generazione di spettatori, Explorers è un inno alla fantasia ed una celebrazione dell’amicizia, una piccola gemma che merita un posto d’onore tra i grandi miti degli anni ’80.