Home News I PINEWOOD STUDIOS IN ESPANSIONE

I PINEWOOD STUDIOS IN ESPANSIONE

I Pinewood Studios fondati a Iver Hearth, vicino Londra, nel 1935 sono uno dei più famosi teatri di posa d’Europa. Il loro nome è legato indissolubilmente a quello di 007. Negli anni ’70 vi girarono “Attenti a quei due” e anche gli episodi delle serie televisive di fantascienza “UFO S.H.A.D.O.” e “Spazio 1999”. Nel 2014 vi hanno girato il settimo capitolo della saga di “Star Wars”, “Star Wars: Il Risveglio della Forza”.Nel 2001 si sono ingranditi acquisendo la proprietà degli Shepperton Studios, situati a ovest di Londra. Negli storici Shepperton studios fondati nel 1931 sono stati girati tra gli altri i film sci-fi “Il Dottor Stranamore” di Stanley Kubrick del 1964, “Alien” di Ridley Scott del 1979, “Flash Gordon” del 1980, “Moon” del 2009 e “Gravity” del 2013.

Dan O’Bannon durante la produzione di “Alien” (1979)
presso Pinewood Studios

I Pinewood Studios sono stati acquisiti nel 2016 dalla società Aermont, specializzata nel settore immobiliare; il presidente e amministratore delegato di Pinewood Paul Golding ha dichiarato durante un’intervista a Variety che la società ha acquistato 100 acri adiacenti agli Shepperton Studios, infatti la società Aermont ha chiuso le attività della Pinewood Tv e della Pinewood Pictures, considerate marginali quanto a profitto, per concentrarsi sulle infrastrutture.

Gotham City, “Batman” (1989)

Nel 2016, cinque nuovi teatri di posa sono stati aperti ai Pinewood Studios come parte della prima fase della sua espansione; la prima pellicola girata lì è stata “Film Stars Do not Die in Liverpool” di Paul McGuigan prodotto dalla produttrice statunitense Barbara Dana Broccoli. Ci sarà un’ulteriore ampliamento nel 2018 con la costruzione di altri sei teatri che permetteranno ai Pinewood Studios, già dalla primavera del 2019, di ospitare in contemporanea quattro blockbuster. Questi andranno ad aggiungersi agli altri studi di proprietà della Pinewood Group ad Atlanta in Georgia, a Toronto in Canada, a Berlino in Germania, nella Repubblica Dominicana ed in Malaysia.

Sul set di “Agente 007 – Si vive solo due volte” (1967)