Home Corsa allo Spazio Nuovi primati per SpaceX

Nuovi primati per SpaceX

SpaceX

Dopo circa 3 mesi di stop, la SpaceX si prepara a lanciare nuovamente uno dei suoi Falcon 9. La missione è prevista per l’11 novembre e porterà in orbita 60 nuovi satelliti Starlink.
A differenza di quelli lanciati a maggio, che erano la versione 0.9, questi saranno la versione 1.0.

Grazie ai dati ricavati dai primi satelliti, gli ingegneri di SpaceX hanno apportato delle modifiche, tra cui una per ridurre la luminosità degli Starlink una volta arrivati in orbita e quindi non danneggiare le osservazioni astronomiche.

SpaceX

Con questa nuova missione però, l’azienda di Musk si appresta a stabilire dei nuovi primati in campo aerospaziale.
Il booster che verrà utilizzato infatti, ha già volato per tre volte. Non si sa di preciso quale sia, molto probabilmente dovrebbe essere quello con numero di serie B1048, utilizzato per le missioni: Iridium 7, SAOCOM 1A e Nusantara Satu.

SpaceX

Questa volta però, ad essere riutilizzato non sarà solamente il primo stadio, ma anche le coperture che proteggono il satellite durante la salita. Con la missione Arabsat 6A del 12 aprile, durante la quale è stato lanciato per la seconda volta un Falcon Heavy, le due coperture sono state recuperate dopo aver toccato dolcemente la superficie del mare.
Lo stesso Musk in quell’occasione, annunciò che sarebbero state riutilizzate verso fine anno proprio con una missione Starlink.

Un ulteriore “prima volta” l’avremo con lo schieramento delle due navi GO Ms. Tree e GO Ms. Chief, dotate di un’enorme rete per catturare al volo le coperture. Non erano ancora state utilizzate insieme.
Se tutto andrà bene quindi, avremo per la prima volta delle coperture che vengono riutilizzate e recuperate nuovamente, pronte ad un nuovo volo.

SpaceX

Per restare aggiornati, vi consiglio di seguire la pagina Facebook “SpaceX Italian News” :