Home 1970 STARCRASH: INTERVISTA AL MODELLISTA ARMANDO VALCAUDA

STARCRASH: INTERVISTA AL MODELLISTA ARMANDO VALCAUDA

CONDIVIDI

A partire dal 1977, furono prodotte molte pellicole fantascientifiche (dal budget più o meno elevato) sull’onda del successo di “Guerre Stellari”.
Tra i numerosi tentativi c’è quello del regista italiano Luigi Cozzi che, sotto lo pseudonimo di Lewis Coates, diresse “Starcrash (Scontri Stellari Oltre la Terza Dimensione)”. Uscito nel 1979, il film si può considerare la risposta italiana a “Star Wars”: prodotto da Nat Wachsberger e Patrick Wachsberger, fu girato a Cinecittà e si avvalse degli effetti speciali del torinese Armando Valcauda.

Come sei diventato un artista delle miniature cinematografiche?

Semplicemente sono stato assunto da Armando Testa nel suo studio nel febbraio 1961: ho disegnato, dipinto a tempera e modellato plastilina. Poi ho subito cercato di collaborare per la realizzazione di pupazzi e modellini nei Caroselli per il caffé Paulista, in seguito ho collaborato ad altri filmati pubblicitari.

Quali sono i film che ti hanno più colpito prima di iniziare a lavorare nell’ambito cinematografico?

Mi è sempre piaciuta la fantascienza, ho visto al cinema in prima visione “Il pianeta proibito” e, accompagnato da un amico di famiglia, mi sono gustato vari film di Harryhausen.

Qual’è la prima produzione per cui hai lavorato?

Ho collaborato con Luigi Cozzi a Torino, nel mio studio aperto da poco, colorando artigianalmente con filtri cromatici il film “Godzilla” del 1954, iniziativa di Cozzi che non ebbe però successo. Poco dopo, lo stesso Cozzi riuscì a proporre ad un produttore belga il film “Starcrash”, girato interamente a Cinecittà.

Puoi raccontarci qualche aneddoto riguardo la produzione di “Starcrash”?

Gli episodi riguardanti la lavorazione del film sarebbero numerosissimi, dato che la lavorazione di “Starcrash” si prolungò per un anno, ci furono divertenti situazioni con visite sui set di registi ed attori incuriositi dal film di Cozzi che diede inizio al periodo delle imitazioni di “Guerre Stellari” e penose produzioni.

Anno: 1978
Durata: 94 min
Regia: Luigi Cozzi (come Lewis Coates)
Sceneggiatura: Luigi Cozzi, Nat Wachsberger
Produttori: Nat Wachsberger, Patrick Wachsberger
Effetti speciali: Germano Natali, Armando Valcauda, Matteo Verzini
Musiche: John Barry
Interpreti e personaggi
Marjoe Gortner: Akton
Caroline Munro: Stella Star
Christopher Plummer: l’imperatore
David Hasselhoff: Raima (Simon)