Home Corsa allo Spazio NASA: misterioso metano su Marte, ritrovato materiale organico antico

NASA: misterioso metano su Marte, ritrovato materiale organico antico

CONDIVIDI

La NASA ha annunciato che il rover Curiosity ha trovato nuove prove conservate nelle rocce di Marte che suggeriscono che il pianeta avrebbe potuto ospitare la vita in tempi passati. Sebbene non sia necessariamente la prova della vita stessa, queste scoperte sono un buon indizio per le future missioni che esploreranno la superficie e il sottosuolo di Marte. La nuova scoperta consiste in molecole organiche “dure” nelle rocce datate 3 milioni di anni, oltre alle variazioni stagionali dei livelli di metano nell’atmosfera.

Le molecole organiche contengono carbonio, idrogeno e possono includere anche ossigeno, azoto e altri elementi. Sebbene comunemente associate alla vita, le molecole organiche possono anche essere create da processi non biologici e non sono necessariamente indicatori di vita.

Ecco la dichiarazione di Jen Eigenbrode del Goddard Space Flight Center della NASA a Greenbelt, nel Maryland.

“Con queste nuove scoperte, Marte ci sta dicendo di continuare il corso e continuare a cercare prove di vita”, ha dichiarato Thomas Zurbuchen, amministratore associato per la Direzione della missione scientifica presso la sede della NASA, a Washington. “Sono fiducioso che le nostre missioni in corso e programmate faranno nuove scoperte entusiasmanti sul Pianeta Rosso.”

“Criosity non ha determinato la fonte delle molecole organiche”

Anche se oggi la superficie di Marte è inospitale, è evidente che nel lontano passato il clima marziano permetteva all’acqua liquida – un ingrediente essenziale per la vita così come la conosciamo – di affiorare in superficie. I dati di Curiosity rivelano che miliardi di anni fa, un lago d’acqua all’interno del Gale Crater conteneva tutti gli ingredienti necessari per la vita, compresi i componenti chimici e le fonti di energia.